cittadini e regioni d’Europa


ECRU è in grado di offrire un sistema articolato di competenze, esperienze, strumenti e idee nel campo della progettazione comunitaria e nazionale e della consulenza a imprese e persone in numerosi settori sociali ed economici.


L’Unione Europea supporta le piccole e medie imprese europee (PMI) in varie forme come bandi, prestiti e, in alcuni casi, garanzie.

I sostegni possono essere sia diretti sia attraverso programmi gestiti a livello nazionale o regionale, come i Fondi strutturali dell’Unione Europea.

Le PMI possono inoltre beneficiare di una serie di misure di assistenza non finanziaria nella forma di servizi di supporto a programmi e business.

Nel 2011 la Commissione europea ha presentato le  nuove proposte legislative relative ai programmi di finanziamento UE operativi per il periodo 2014-2020.

Una nuova generazione di programmi basata sulla realizzazione degli obiettivi della strategia Europa 2020, che fissa le linee guida della programmazione UE dopo il 2013, e sostituirà in buona parte quelli attuali.

Le tematiche di riferimento saranno essenzialmente:

−  ambiente

−  cultura e audiovisivo

−  istruzione, formazione, giovani e sport

−  politica sociale e cittadinanza europea

−  imprese

−  ricerca e innovazione

−  salute e tutela consumatori

−  giustizia e affari interni

−  aiuti esterni e cooperazione allo sviluppo

−  tutela interessi finanziari e fiscalità, dogane.

Le principali modalità di partecipazione a programmi ed ad altre opportunità di finanziamento si suddividono in 4 aree:

 I fondi strutturali

I Fondi strutturali (Fondo europeo di sviluppo regionale [FESR] e Fondo sociale europeo [FSE]) rappresentano i maggiori strumenti di finanziamento comunitario a favore delle PMI, attraverso i vari programmi tematici e le iniziative comunitarie applicate nelle regioni. I beneficiari dei fondi strutturali ricevono un contributo diretto per finanziare i loro progetti. La gestione dei programmi e dei progetti selezionati è a livello nazionale e regionale.

Possibilità di finanziamento specifico

Si tratta di finanziamenti essenzialmente tematici con obiettivi specifici quali ambiente, ricerca, istruzione.

PMI o altre organizzazioni possono solitamente presentare domanda diretta per i programmi, in genere a condizione che essi presentino progetti  sostenibili a valore aggiunto e trans-nazionale. A seconda del programma, i richiedenti possono anche appartenere a raggruppamenti industriali, associazioni commerciali, fornitori di sostegno alle imprese e/o consulenti.

Il co-finanziamento è la regola generale: il sostegno dell’Unione europea consiste solitamente di sussidi che coprono solo una parte dei costi di un progetto.

Strumenti finanziari

La maggior parte degli strumenti finanziari sono disponibili solo indirettamente, attraverso intermediari finanziari nazionali. Molti di essi sono gestiti dal Fondo europeo per gli investimenti.

Supporto per l’internazionalizzazione delle PMI

Questi supporti consistono generalmente nell’assistenza alle organizzazioni intermediarie e/o alle autorità pubbliche in materia di internazionalizzazione, al fine di aiutare le PMI ad accedere ai mercati al di fuori dell’UE.

CITTADINI E REGIONI D’EUROPA | Le competenze di ECRU

Progettazione, coordinamento, valutazione e monitoraggio, rendicontazione di progetti, iniziative e piani di sviluppo nazionali, comunitari e transnazionali a favore di:

Strategie per l’occupazione e per uno sviluppo equo e sostenibile:

– occupabilità: accrescere le capacità di trovare lavoro

– imprenditorialità: sviluppare lo spirito imprenditoriale

– adattabilità: favorire l’adeguamento ai mutamenti del mercato del lavoro

– pari opportunità: rafforzare le politiche di uguaglianza delle opportunità per tutti

– istruzione: contrastare l’abbandono scolastico

– inclusione e coesione sociale: contrastare povertà ed emarginazione

– flessi sicurezza

– bilanci di competenze (machting domanda e offerta di lavoro)

Corporate Social Responsibility (strumenti e percorsi di responsabilità sociale, modelli di bilancio sociale)

Dialogo sociale

Ricerca e innovazione (7° programma quadro)

Bilanci di genere

Lifelong Learning Programme (LLP)/apprendimento permanente (Leonardo da Vinci, Grundtvig)

Formal, non-formal, informal learning

Learning organisation

Giustizia (Daphne)

Lotta alla discriminazione e alle diseguaglianze sul mercato del lavoro (Equal)

Adattamento e ammodernamento delle politiche e dei sistemi di istruzione, formazione e occupazione (Ob. 3 FSE)

Competitività delle PMI

Over 45

Dialogo culturale, governance locale  e cooperazione allo sviluppo (ENPI)

Politica ambientale (Life+)

Imprenditoria cooperativa

Consulenza e Progettazione partecipata e sostenibile  ad enti, istituzioni, agenzie di progettazione, organizzazioni di lavoratori e datoriali, micro, piccole e medie imprese (MPMI):

strategie e politiche comunitarie per l’occupazione, ricerca e innovazione, dialogo sociale

CSR – Responsabilità sociale e bilancio sociale (identificazione di modelli utilizzabili nelle MPMI)

learning organization (trasferibilità dei modelli)

predisposizione e gestione di sistemi di valutazione e monitoraggio di progetti multidisciplinari e piani formativi

ricerca di opportunità per lo sviluppo locale e per l’innovazione tecnologica ed organizzativa

modelli organizzativi innovativi

selezione ex-ante di bandi e progetti

fund raising

total quality management

creazione di network per lo sviluppo locale (con attori sociali, partner strategici)

assistenza tecnica e amministrativa

Interventi formativi e ricerche in ambito socio-economico:

Progettazione e docenze nell’ambito della formazione professionale in materia di sviluppo di competenze, orientamento ed inserimento al lavoro, ecc.

Definizione e applicazione di tecnologie innovative (materiali ed immateriali) di metodologie dell’apprendimento, con particolare attenzione all’e-learning, alla formazione sul web (integrazione di formazione aperta, on line, auto-apprendimento), metodologie di sviluppo locale

Modelli di formazione continua

Apprendimento non formale ed informale

Analisi dei fabbisogni formativi e professionali

Promozione dell’occupazione e dell’inclusione sociale, migliorando la disponibilità e l’accessibilità di microfinanziamenti per i gruppi vulnerabili e le microimprese e facilitando l’accesso al credito per le imprese sociali

Consulenze e progettazioni a favore del movimento cooperativo e del terzo settore